Nuova BMW Z1: rinascerà elettrica la mitica sportiva?

Una rarità nel mondo delle automobili. Parliamo della BMW Z1, piccola supercar dalle linee squadrate, prodotta in soli 8.000 esemplari tra il 1988 ed il 1991. Una vettura in stile Roadster con le portiere anteriori (le uniche presenti trattandosi di una tre porte) a scomparsa. Le quotazioni di tale modello ad oggi hanno raggiunto e […]

L’articolo Nuova BMW Z1: rinascerà elettrica la mitica sportiva? proviene da Motori News.

Una rarità nel mondo delle automobili. Parliamo della BMW Z1, piccola supercar dalle linee squadrate, prodotta in soli 8.000 esemplari tra il 1988 ed il 1991. Una vettura in stile Roadster con le portiere anteriori (le uniche presenti trattandosi di una tre porte) a scomparsa.

Le quotazioni di tale modello ad oggi hanno raggiunto e talvolta superato i 55-60 mila euro per un esemplare in buone condizioni.

La BMW Z1 è, possiamo dirlo, l’antenata delle piccole sportive della Casa bavarese che calcano la scena dei mercati internazionali con continuità. Le varie Z3, Z4 (più generazioni) e Z8 hanno tutte elementi stilistici e di design che richiamano la piccola Z1.

Piccola perché tale vettura era lunga solo 392 cm, tanto per capirci poco più lunga di una Suzuki Swift e più corta di compatte come la Opel Corsa, la Renault Clio e la Volkswagen Polo. Sotto al cofano della BMW Z1 batteva, però, un potente 6 cilindri in linea da 2.5 litri, capace di erogare ben 170 CV a 5.800 giri/min.

Motore e cambio erano quelli della Serie 325i di prosegui la lettura dell‘articolo Nuova BMW Z1: rinascerà elettrica la mitica sportiva? su Motori News.