Per scatola nera s’intende un dispositivo elettronico che, negli ultimi tempi, molte compagnie assicurative mettono a disposizione di chi sceglie di stipulare un contratto in cambio di uno sconto sulla polizza.
Naturalmente è giusto precisare che si tratta di una libera scelta, quindi potrete anche rinunciare al dispositivo ed al relativo sconto.
Dal 2019, gli sconti per chi sceglie di usufruire di questo servizio sono stati regolarizzati da un emendamento contenuto nel DI Semplificazioni; il vantaggio di questa legge risiede nel fatto che lo sconto viene effettuato anche prima dell’installazione della scatola nera a bordo, un ulteriore motivo per convincere le persone ad accettare.


Ma perché bisogna convincere le persone ad accettare uno sconto? In genere non si aspetta altro, ma in questo caso, come spesso accade, non tutto è ciò che sembra.

Vantaggi e svantaggi


Come ogni apparecchio elettronico anche questo porta con sé numerosi vantaggi ed altrettanti svantaggi, un po’ come il cellulare, ormai lo portiamo sempre con noi pur non essendo del tutto a conoscenza di ciò che potrebbe causare nel tempo.


Tuttavia, spesso, quando si possiede un veicolo quello che si cerca sono le assicurazioni auto economiche, quindi questa dicitura di sconto non fa che attirare e rendere curiosi tutti quanti.


La insurance box (questo è il nome corretto) funziona proprio come la scatola nera degli aerei, quella di cui sentiamo parlare in caso di incidenti e disastri.


Anch’essa, infatti, registra i dati relativi ai movimenti dell’auto su cui è montata, aiutando le compagnie assicurative a ricostruire le dinamiche di sinistri ed incidenti, evitando così di pagare anche in situazioni in cui non è necessario.

Le informazioni che raccoglie


La scatola nera è un dispositivo dotato di localizzatore GPS ed è collegato ad una centrale operativa remota in cui tutti i dati vengono registrati e custoditi.
Esso riesce a misurare la velocità di marcia, l’accelerazione del veicolo e di conseguenza l’impatto in un eventuale sinistro stradale, finendo, in tal senso, a spingere gli automobilisti ad avere abitudini più corrette e a rispettare, soprattutto, i limiti di velocità e la segnaletica.


L’apparecchio viene installato e disinstallato da figure professionali autorizzate e funziona collegato alla batteria dell’auto (con il conseguente rischio che questa si scarichi più facilmente).


Quasi ogni modello di scatola nera raccoglie le seguenti informazioni: Geolocalizzazione, tempi di marcia e sosta, accelerazione e decelerazione, marce e stile di guida ed i sistemi di sicurezza.
Insomma, si tratta di un vero e proprio ‘’Grande Fratello’’ che vi guarda!