Dopo aver conosciuto il Sound Actuator, proseguiamo con un altro sistema di regolazione attiva del rumore del propulsore, vale a dire l’Active Noise Control (ANC), detto anche in italiano “cancellazione attiva del rumore”. 
Il suono può essere definito come una oscillazione di pressione che si propaga in un mezzo elastico. Ciò significa che può essere rappresentato mediante un’onda. Il particolare suono sarà dunque identificato quando saranno definite tutte le caratteristiche tipiche di un’onda, ossia l’ampiezza (l’altezza dell’onda) ed il periodo (la distanza tra due creste adiacenti).
L’Active Noise Control altro non fa che acquisire l’onda, rappresentante il rumore, mediante un sistema di microfoni installati direttamente all’interno dell’abitacolo e generare una nuova onda, avente stessa ampiezza e periodo della prima, ma in controfase, cioè sfasata di 180°. Infatti se si esegue la somma, punto a punto, di due onde identiche ma con uno sfasamento di 180° tra di loro, si osserva come esse si annullino a vicenda. Il risultato sarà dunque l’assenza delle oscillazioni del mezzo materiale in cui si propagano o, in altre parole, l’assenza (idealmente) o l’attenuazione (nella pratica) del rumore.

In rosso l’onda rappresentate il rumore del motore, in azzurro l’onda generata dall’ANC ed in verde il segnale risultante
L’ANC viene utilizzato, ad esempio, da Infinity e da Lexus ed è stato recentemente introdotto da Audi sui modelli S6, S7 ed S8 sui quali si attiva quando il motore, per tagliare i consumi di combustibile, funziona a 4 cilindri (anzichè 8) e lavora in simbiosi ai supporti del motore attivi.